Raptus in A4, a folle velocit? col furgone, la Polizia lo insegue: sperona la Stradale e provoca 3 incidenti

Raptus in autostrada, la Polstrada ferma un 32enne, T.A. impresario edile di Pescantina, albanese, incensurato, che ha seminato il panico in A4. Verso le 8.39 un automobilista ha segnalato un furgone bianco Iveco lanciato in autostrada a folle velocit? con andamento a zig-zag nel tratto tra Verona a Venezia. Panico tra gli automobilisti. L’uomo ? stato prima rallentato tra Vicenza e Padova e alla fine bloccato poco dopo l’ingresso nel Passante di Mestre dagli agenti della Polizia Stradale del Compartimento del Veneto. Misterioso il motivo del gesto che poteva avere un bilancio ancora pi? grave.

All’altezza del casello di Verona Sud, l’uomo ha prima speronato un’auto della Stradale e poi nella sua folle corsa per evitare di essere fermato e sanzionato dalla Polizia ha provocato tre incidenti, uno dei quali ha coinvolto un’auto guidata da un mamma con a bordo due bambini di 8 anni e 10 (ricoverata in ospedale a Mirano ma non grave).


L’INSEGUIMENTOA Verona una pattuglia della Polizia stradale di Verona si ? messa all?inseguimento, quindi sono intervenute altre pattuglie in servizio nelle province di Vicenza e Padova. Dopo aver travolto un autovettura in transito, all?altezza del Km 6+500 est il furgone bianco Iveco ha nuovamente impattato contro le autovetture di servizio della Stradale di Vicenza e di Padova che sono riuscite a bloccarlo, non prima che quella di Padova venisse nuovamente colpita dall?autocarro. L’inseguimento ? terminato poco dopo lo svincolo per Venezia (in A57).
L?uomo, in evidente stato di alterazione, ha tentato una ulteriore violenza contro gli agenti, costretti ad immobilizzarlo. I familiari del 32enne hanno riferito agli inquirenti che l?uomo, che si occupa di riparazioni edili, da un po? di tempo manifestava segni di nervosismo. L?indagato ? in stato di fermo negli uffici della Polizia Stradale di Venezia. Oltre ai reati di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, potrebbe essergli contestato il reato di fuga a seguito di incidenti e il porto di arma da taglio.