Ikea, riaperture all?insegna della tecnologia

Dato che quasi un terzo della popolazione mondiale ? a casa, a causa del Covid-19, il modo di vivere e di lavorare ? cambiato in modo significativo; un cambiamento che, come sappiamo, ha dato un notevole impulso alle attivit? on line. Ed ? in questo senso, che IKEA sta accelerando gli sforzi per offrire soluzioni digitali pi? accessibili.


Come? E? di qualche giorno fa la notizia del lancio, nei prossimi due mesi, di una App IKEA in diversi mercati, tra i quali Stati Uniti, Germania, Italia e Serbia, per offrire ai clienti un modo intelligente, semplice e stimolante per fare acquisti.
Di fatto l?applicazione non ? una novit? considerando che ? stata rilasciata a luglio 2019 in Francia e nei Paesi Bassi ed ? attualmente attiva in altri sei paesi, tra cui Regno Unito, Irlanda, Spagna e Canada, Giappone e Svezia. Finora, 4,9 milioni di utenti l?hanno scaricato.
Mediante l?applicazione IKEA, i clienti possono acquistare i prodotti e decidere per la consegna a domicilio o il ritiro in negozio.
Ma non solo shopping. Infatti, le esperienze in altri Paesi fanno emergere come la tendenza della pianificazione degli appuntamenti da remoto stia guadagnando popolarit? tra i clienti.
In Austria, ad esempio, dove tutti i negozi IKEA sono stati riaperti il ??2 maggio scorso, l?insegna continuer? ad offrire i suoi servizi di progettazione, appuntamenti con gli esperti, acquisto cucine, ecc, predisponendo il 20% del personale addetto e delle postazioni per l?on line. Ci? significa che mentre l?addetto alla vendita potr? ?incontrare virtualmente? il cliente, mentre questi rimane comodamente a casa sua, e realizzare il progetto della cucina richiesta o di qualsiasi altro spazio della casa.
Solo per dare qualche dato: l?Austria ha completato ben 1.000 progetti da remoto durante il blocco del Paese durato 7 settimane.
Un altro servizio che sembra essere ben avviato ? quello del click&collect, che elimina anche le eventuali difficolt? delle consegne da parte dei corrieri. Nel caso austriaco, la consegne delle merci acquistate on line avviene al di fuori del punto vendita ed ? al 100% senza contatto (drive-in-base): il cliente arriva ad un orario prestabilito con la propria auto e gli viene controllato il numero d?ordine e dell?identit? della persona. Successivamente l?addetto guida il cliente verso un parcheggio a lui riservato. Gli acquisti vengono caricati su un carrello precedentemente sanificato e posizionato accanto all?auto. Il cliente controlla, carica e riparte.
Un altro esempio viene da IKEA Retail Russia, che ha creato luoghi di incontro virtuali per la comunit? di amanti dello sport o famiglie con bambini che possono trascorrere del tempo online insieme ai loro amici giocando o imparando qualcosa di interessante insieme. Finora, sono stati organizzati circa 130 eventi online ai quali hanno partecipato oltre 7000 persone. I webinar si concentrano su una variet? di argomenti, che vanno dall?auto-motivazione e dalla psicologia familiare agli stili di allenamento fisico, all?organizzazione dello spazio domestico insieme a IKEA e molti altri.
Infine, IKEA Retail Japan ha cercato di aiutare le persone in cerca di lavoro, organizzando la prima fiera del lavoro digitale con circa 120 partecipanti provenienti da tutto il paese.