Lo shopping dopo il Covid-19

Come sta affrontando la moda questo importante cambiamento e come sar? lo shopping post Covid-19? Abbiamo chiesto a 3 negozi di culto italiani alcuni spunti di riflessione per poter capire quali azioni il sistema moda dovrebbe attuare e immaginare i prossimi scenari in questa situazione che non conosce precedenti. Parlano?Carla Sozzani,Daniela Kraler?e?Beppe Angiolini.

Come cambier? il retail dopo la pandemia?

Stiamo vivendo un momento storico difficilissimo. L?approccio dovr? essere di fare finalmente sistema e pensare a un futuro pi? responsabile fatto di qualit? e non quantit?. Riportare le collezioni come erano, due volte l?anno, permetterebbe contenuti pi? innovativi. Riallineare le proposte delle collezioni con le stagioni e non vendere in estate l?inverno e l?inverno in estate, permetter? di rallentare e apprezzare la qualit? della vita.

Quali misure di intervento richiedono alle istituzioni?

Lo “slow fashion” potrebbe rimodulare i processi di una filiera eccellente come quella italiana, premiando una qualit? finale autentica.

Sar? lo slow fashion la chiave di volta?

Tutto si sta muovendo molto velocemente. I social media sono senza dubbio sorprendenti, ma ci stanno anche rubando molto tempo, quindi penso che lo slow fashion possa trovare un posto importante nel sistema, cos? come la sostenibilit? che diventa sempre pi? centrale. Credo che 10 Corso Como ne sia la prova: la gente pu? trascorrere anche mezza giornata in negozio, visitando la galleria, leggendo in libreria o con una sosta al ristorante per finire con gli acquisti nel negozio. Al giorno d’oggi il tempo ? un lusso, ma dobbiamo avere la possibilit? di scegliere.