Bollo, multe, revisione, patente, polizze Tutte le scadenze rinviate

Il ?tutti a casa? avrebbe provocato un?enorme evasione degli obblighi di legge. Il Decreto Cura Italia ha rimediato spostando la validit? dei documenti. Ecco le nuove regole

L?emergenza burocratica

Il Covid-19 non ? soltanto l?emergenza sanitaria e l?innesco di una pesante crisi economica. Pu? essere anche un intralcio burocratico, perch? (giustamente) confinati in casa per ridurre il contagio non possiamo gestire le scadenze di documenti, esami e verifiche legati alla nostra patente e alla nostra vettura. Per fortuna il Decreto Cura Italia emanato dal governo gestisce questo momento straordinario mettendo una toppa al problema scadenze, eliminando il rischio di sanzioni o di blocchi alla circolazione. Vediamo tutti i casi.

La revisione scaduta

L?auto ha la revisione appena scaduta o in scadenza entro il 31 luglio? Dovrebbe essere sottoposta a collaudo? Tranquilli, il Decreto Cura Italia consente di circolare senza il rischio di sanzioni fino al 31 ottobre 2020. Possono persino circolare le vetture che dovrebbero ripetere la revisione perch? a suo tempo ?bocciate?. In quest?ultimo caso ovviamente vanno eseguite le riparazioni necessarie per tornare a essere in regola: ad esempio, un faro guasto da sistemare. Lo spostamento della scadenza vale anche per i veicoli che devono essere sottoposti al collaudo della Motorizzazione Civile. Ad esempio le vetture a gas (metano e Gpl), gi? sotto stress per le difficolt? di collaudo degli ultimi mesi ante-virus, beneficiano di una importante proroga della revisione delle bombole. Quelle a metano che avrebbero dovuto fare il collaudo tra il 31 gennaio e il 15 aprile possono circolare in deroga fino al 15 giugno. Per quelle a Gpl la deroga sulla scadenza dei serbatoi ? stata prolungata al 31 ottobre. Ma attenzione: proprio a causa di queste sacrosante dilazioni ? lo ha opportunamente segnalato la CNA Autoriparazione ? in autunno potrebbe essere difficile evadere tutte le richieste di revisione e collaudo, considerando che il settore gi? in tempi normali ? sotto pressione. Vedremo se verranno accordati ulteriori spostamenti. Infine: chi fosse in possesso della ricevuta sostitutiva della carta di circolazione pu? stare tranquillo fino al 31 ottobre.

La patente scaduta

Il ?tutti a casa? renderebbe impossibile fare la visita medica per rinnovare la patente se il governo non avesse spostato la validit?. Le patenti scadute al o in scadenza dopo il31 gennaio sono valide fino al 31 agosto 202. Anche la validit? del Permesso provvisorio di guida ? in possesso di coloro che sono in attesa della patente ? ? stata prorogata al 30 giugno 2020. Infine, il foglio rosa: se la scadenza cade nell?intervallo tra il 1? febbraio e il 30 aprile 2020, la validit? ? stata estesa al 30 giugno 2020. Per chi ? in attesa di poter fare l?esame della patente ecco come funziona: senza presentare una nuova richiesta, ma previo prenotazione alla Motorizzazione competente, l?esame pu? essere fatto entro il 30 giugno 2020, dunque oltre il termine di 6 mesi dalla presentazione della domanda. Anche per chi ha richiesto il duplicato della patente c?? una proroga: la ricevuta sostitutiva della patente, rilasciata dalle agenzie, rimarr? valida fino al 31 ottobre.

Il bollo, le multe, l?assicurazione

Occorre subito precisare che la tassa di propriet? e la Ipt, l?imposta provinciale di trascrizione, ? materia di competenza delle Regioni. Non esiste, dunque, un?indicazione univoca su eventuali proroghe di validit?: dipende da dove si abita. Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Campania hanno posticipato al 30 giugno il pagamento della tassa di propriet?. Altre Regioni stanno ancora valutando cosa fare. Quanto alle multe, per quelle elevate tra il 10 marzo al 3 aprile le scadenze sono state prorogate di 60 giorni sia per il pagamento sia per la scadenza dei 30 giorni entro i quali ? possibile ricorrere al Giudice di Pace. Un aggiustamento anche per l?opzione della sanzione ridotta: il termine ? stato portato da 5 a 30 giorni fino al 31 maggio 2020. Per la RC Auto (quindi sono escluse le coperture accessorie come furto e incendio e atti vandalici, salvo accordi con le Compagnie) ? prevista una proroga di 30 giorni fino al 31 luglio 2020 della scadenza della polizza. Conviene tuttavia verificare con la propria agenzia se la Compagnia prevede altre agevolazioni.