Coronavirus, Speranza: ‘Due focolai e nessun paziente zero. Isolamento unica via’

Speranza ha chiesto una ‘relazione stretta governo-Camere’
Il Ministro della salute, Roberto Speranza durante l’informativa urgente sulle iniziative volte a prevenire e contrastare la diffusione dell’infezione da coronavirus sviluppatasi in Cina, Camera dei Deputati Roma 30 gennaio 2020. ANSA/FABIO FRUSTACI

Informativa del ministro della Salute Roberto Speranza in Aula alla Camera sul Coronavirus. Montecitorio ha intato approvato il decreto con le misure per l’emergeza. Sono due i focolai – ha detto Speranza – e nessuna prova del paziente zero. “I primi riscontri dimostrano che ci sono stati due focolai, uno piu’ vasto in Lombardia, uno in Veneto e da questi derivano gli altri casi”. Ad oggi inoltre non c’e’ nessuna conferma sul caso zero.

LA DIRETTA

“Oggi – ha detto – serve una relazione stretta tra governo e Parlamento capace di superare i vincoli ordinari tra maggioranza e opposizione, tutto il paese deve rispondere e non una parte, ma la Repubblica nel sui complesso”.

Il nuovo coronavirus “ci preoccupa perch? ad un tasso basso di letalit? corrisponde un tasso alto di contagio che potrebbe colpire la popolazione pi? debole e anziani e sovraccaricare i presidi sanitari, quindi bisogna limitare la diffusione del contagi e l’isolamento dei contagiati ? l’unica strada che garantisce la riduzione della diffusione virus“, ha detto. Nella “stragrande maggioranza dei casi il coronavirus comporta sintomi molto lievi”.

“Con la fiducia della comunit? scientifica ed i provvedimenti necessari supereremo tutti insieme questa emergenza, l’Italia ? pi? forte del nuovo coronavirus”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, nell’informativa urgente alla Camera. Nelle prossime settimane, ha aggiunto, “sar? decisivo il comportamento individuale di ognuno di noi: seguire le regole di igiene e dell’Iss ? fondamentale per vincere questa sfida”.

L’informativa si ? aperta con un lunghissimo applauso dei deputati, tutti alzatisi in piedi, alle parole del ministro Roberto Speranza che in Aula ha ringraziato “i medici che stanno affrontato l’emergenza” del coronavirus. Anche Speranza si ? unito all’applauso. L’aula ha nuovamente applaudito quando Speranza ha detto che “dobbiamo fidarci” degli scienziati.